Multa dell’Antitrust agli operatori mobili italiani

Dopo tantissime segnalazioni di clienti di vari operatori mobili italiani, quali Wind, Vodafone, Tim e Tre per attivazione di servizi non richiesti, da pochissimo si è assistito ad una multa dell’antitrust agli operatori mobili italiani, vediamo più nel dettaglio cosa è successo e perché.

Secondo le indagini dell’antitrust, gli operatori Wind, Vodafone, Tim e Tre, attivavano servizi a pagamento (verso numerazioni speciali) agli utenti di tutta italia anche senza aver avuto il consenso esplicito del cliente, ecco perché la multa dell’Antitrust agli operatori mobili italiani.

multa dell'antitrust agli operatori mobili italiani

Scendendo un po’ più nel dettaglio alla vicenda della multa dell’Antitrust agli operatori mobili italiani, Tim e Tre hanno avuto la multa più “salata” che ammonta a 1,75 milioni di euro, mentre Vodafone e Wind “appena” 800 mila euro.

La multa dell’Antitrust agli operatori mobili italiani Tim e Tre è maggiore perché le due compagnie telefoniche diffondevano messaggi di servizi in cui non si faceva alcun riferimento al costo di attivazione o al costo del servizio.

A questo punto, la multa dell’antitrust agli operatori mobili italiani dovrà essere pagata fino all’ultimo centesimo, se invece le compagnie non provvederanno a pagare, potrebbe verificarsi una veria e propria class action da parte dei consumatori, i quali sono pienamente autorizzati a chiamare i servizi di assistenza e richiedere il rimborso di servizi che hanno scalato credito residuo dalla proprie linea telefonica.

Per avere maggiori informazioni sulla vicenda della multa dell’Antitrust agli operatori mobili italiani, vi invitiamo a seguirci anche attraverso la nostra pagina Facebook ufficiale da cui vi aggiorneremo costantemente attraverso le news di tecnologia AmaTech.

About Andrea

Check Also

offerte del Black Friday Amazon

App Cerca Sconti per seguire tutte le offerte del Black Friday Amazon

App Cerca Sconti per seguire tutte le offerte del Black Friday Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *