Mezzi di comunicazione ISIS: no a WhatsApp sì iMessage

In questo terribile periodo per la storia mondiale anche noi di AmaTech Blog non potevamo non parlare di qualcosa che coinvolgesse (seppure marginalmente) l’ISIS, in questo post vi parleremo dei mezzi di comunicazione ISIS: no a WhatsApp sì iMessage.

Grazie a Wired siamo venuto a conoscenza dei mezzi di comunicazione ISIS, ovvero quei metodi che preferisce l’organizzazione terroristica jihadista per comunicare fra i vari membri.

Sembrerebbe che oltre alle chat via Playstation Network, i mezzi di comunicazione ISIS più gettonati siano iMessage ed il PSN (che si sapeva già da tempo).

Ma per quale motivo i mezzi di comunicazione ISIS preferiti siano proprio quelli di Apple? Per rispondere a questa domanda proveremo a spiegarvi brevemente come funziona iMessage: quando si invia un testo via iMessage ad un utente, ovviamente il messaggio passa dai server di Apple per poi essere consegnato al destinatario, ma quando il server di Apple riceve il messaggio che dovrà consegnare al destinatario non riceve il messaggio vero e proprio ma un messaggio criptato che verrà poi consegnato al destinatario insieme alla chiave di crittografia che servirà a decifrare correttamente il messaggio. Questo è il funzionamento (spiegato in soldoni) dell’invio di un messaggio iMessage e della sua consegna, o meglio tutta la strada che compie un messaggio iMessage prima di essere letto dal suo destinatario.

mezzi di comunicazione ISIS

WhatsApp invece, come Facebook Messenger non ha questa chiave di crittografia o meglio, il server che riceve il messaggio da consegnare al destinatario riceverà l’intero messaggio per poi “inoltrarlo” al destinatario!

É per questo motivo che i mezzi di comunicazione ISIS preferiti sono iMessage e PSN, come anche le comunicazione VoIP come FaceTime.

Apple ha sviluppato il suo iMessage e FaceTime, ovviamente, per tutelare la privacy dei suoi consumatori, non per essere mezzo di comunicazione che l’ISIS avrebbe utilizzato per i suoi loschi scopi, ma, come sempre, ogni mezzo che sia di tecnologia o no può essere utilizzato nel bene o nel male (come lo sta utilizzando l’ISIS).

Augurandoci che Apple possa mettere in difficoltà almeno le comunicazioni dell’organizzazione jihadista che sta mettendo a repentaglio la sicurezza non solo della nostra Nazione ma del mondo intero, vi invitiamo a continuare a seguire AmaTech Blog anche attraverso la pagina Facebook ufficiale.

About Andrea

Check Also

novità panasonic CES 2017

Novità Panasonic CES 2017

Ecco le ultime novità Panasonic CES 2017 per tutti gli amanti della fotografia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *