La tecnologia che avanza: che ci sarà dopo le tv 4k?

Cosa viene dopo il 4k? Ovviamente l’8k! Messa cosi la questione dell’intrattenimento Tv potrebbe sembrare scontata, e forse anche un pelo ripetitiva, ma in realtà saremmo riduttivi nel limitare le tante novità in rampa di lancio nel settore dell’home video con una banale sigla.

Parliamo innanzitutto dal fatto che lo stesso 4k, a dispetto del nomignolo che gli è stato affibbiato (più per comodità che per altro), nasconde in sé grandi passi in avanti rispetto al semplice HD. Dunque anche dall’8k e dai suoi fratelli è lecito aspettarsi migliorie superiori, se non addirittura rivoluzionarie: questo per via dei grandi passi in avanti fatti dalla tecnologia negli ultimi anni e dalle enormi aspettative dei consumatori, sempre più vogliosi di novità fresche e davvero rilevanti. Vediamo dunque tutte le Tv che prenderanno parte a questa chiassosa galoppata della tecnologia post 4k.

4KFONTE IMMAGINE: Flickr

Una ripassata generale prima dell’8k

Anni fa le Tv in HD fecero gridare al miracolo i tanti amanti dei film e i numerosi tifosi da salotto sparsi per lo Stivale. Quella che sembrava a tutti gli effetti pura fantascienza alla Spielberg ha in breve tempo lanciato un’autentica costa all’oro elettronico, rappresentato da televisori sempre più avveniristici ed in grado di ridurre al lumicino la distanza fra consumo cinematografico e consumo casalingo. Durante il CES 2016 la rassegna delle ultime tendenze del mondo high-tech si è distinta per alcune tappe molto significative, come la presentazione delle nuove Tv con schermi a tecnologia Quantum Dot: una serie di nano-cristalli a fare da schermo all’apparecchio retro-illuminante degli schermi a LED, il cui scopo è garantire un’immagine più nitida, squillante e definita. Addirittura superiore alla resa delle Tv in Ultra-HD, tanto da aver coniato un nuovo termine astruso e decisamente ridondante: il Super-Ultra-HD. Questa tecnologia è ancora troppo costosa per le tasche di un comune mortale, basti pensare al modello di punta della Samsung che sfiora addirittura i 20.000 dollari. Perciò, prima di proseguire, occorre tornare al passato recente e sottolineare che le Tv in schermi a LED rimangono ancora oggi una più che valida alternativa ai ‘nuovi mostri’. Soprattutto se acquistate su Internet presso uno tra gli e-commerce specializzati, quali ad esempio Monclick, un rivenditore italiano di elettronica online all’interno del quale è possibile trovare diversi televisori in offerta a prezzi concorrenziali.

Fra 4k e 8k: una via di mezzo chiamata OLED

Fra il 4k e la tecnologia del Super-Ultra-HD a base Quantum Dot, si piazzano delle televisioni connotate da una tecnologia che, pur essendo presente già da mesi, fatica a decollare nonostante la grandissima qualità di resa dello schermo. Parliamo delle Tv OLED con pannelli retro-illuminati a diodi organici, il cui prezzo ha scoraggiato i compratori, sempre più sospettosi nei confronti di una tecnologia che se non diventerà standard verrà presto abbandonata. Agli amanti dell’OLED, invece, farà un grande piacere sapere che la LG ha preso questa tecnologia piegandola letteralmente verso nuovi scenari: il prototipo OLED della LG, infatti, può essere piegato come pieghereste una pagina del giornale, offrendo dunque una prospettiva del tutto innovativa per i nostri salotti iper-tecnologici.

Ed ecco finalmente l’8k

Tenetevi saldi alla sedia perché l’8k, a dispetto della brevità della sigla, è un colosso talmente rivoluzionario da far tremare chiunque. Già l’idea di fondo appare folle, se si pensa che l’8k è in grado di raddoppiare la risoluzione monstre dei 4k (3.840 x 2.160 pixel), portandola a ben 7.680 x 4.320. Chi ha avuto l’onore di ammirarlo, ha già detto che la visione appare talmente realistica da mettere paura e da sconvolgere le sinapsi del cervello, non essendo abituato ad una visione che alcuni hanno addirittura definito insana. Una curiosità che attualmente solo i milionari possono permettere di togliersi.

About Andrea

Check Also

tastiere gaming sotto i 30 e i 50€

Tastiere Gaming entry level sotto i 30 e i 50€

Tastiere Gaming entry level sotto i 30 e i 50€